Politiche Pet friendly: il nostro amico a quattro zampe sul posto di lavoro.

Modernità o tradizione? Voi vi sentite più conservatori o più amanti del progresso e dell’innovazione?

Quello di oggi è un argomento apparentemente leggero e spensierato ma allo stesso tempo si tratta di un tema in grado di dividere il grande pubblico. Cerchiamo di centrare meglio il punto:

È ormai evidente quanto negli anni sia mutato il rapporto dell’essere umano con il proprio animale da compagnia, quelli che un tempo erano considerati animali adibiti ad un compito preciso come il “cane da guardia” o il gatto che nelle case di campagna tiene lontani i topolini…. Beh si sono rivelati in realtà veri e propri membri della famiglia e parte integrante delle nostre vite. Personalmente reputo questo processo un vero e proprio vantaggio per entrambe le parti poiché l’amore, la condivisione e l’aiuto reciproco penso siano caratteristiche che non possono che apportare influenze positive…. Ma soprattutto trovo davvero ammirevole la sempre crescente attenzione nei riguardi dei nostri piccoli (a volte non tanto piccoli in realtà…) amici del cuore.

Una notizia che non poteva che attirare la mia attenzione mi ha colpita in particolare, il titolo recita: “Nuovi benefit sul lavoro: cani in ufficio e congedi per accudirli” (fonte: Il Corriere della sera, 2018, art. di Alessandro Sala). Incuriosita dal contesto e curiosa a riguardo mi sono dedicata alla lettura di questo piacevole articolo e ho trovato uno spunto interessante per una breve riflessione.

Avrete potuto notare in svariate occasioni che è nostra abitudine recarci sul posto di lavoro insieme ai nostri fedeli compagni! Appaiono spesso tra le foto e nelle nostre Instagram stories poiché, con molta naturalezza, siamo abituate a condividere con loro la nostra giornata di lavoro!

A questo punto non posso non presentarveli… partiamo dalla veterana, Miss, da dieci anni ci dedica la sua compagnia e si, se vi state chiedendo che razza di nome sia “Miss”, è perché il suo atteggiamento da Vamp non ha lasciato spazio ad altri nomi! Da poco meno di tre anni poi un nuovo componente si è aggiunto alla squadra… Jet! Lui è il bambino di casa, adora giocare e combinare pasticci per i quali è impossibile riprenderlo… d’altra parte dopo aver rubato intere rocche di fettuccia lui è solito voltarsi con il suo sorriso smagliante!

Leggendo questo interessantissimo articolo ho riscontrato una serie di piacevoli riflessioni che penso ci rappresentino molto ed essendo assolutamente curiosa del vostro pensiero a riguardo ho pensato che condividerle fosse un’ottima occasione per raccontarvi qualcosa di personale, qualcosa che ci rappresenti per davvero.

Pare che importanti studi di settore siano riusciti a dimostrare che la presenza di animali sul posto di lavoro sia in grado di produrre importantissimi benefici: riduce visibilmente l’apporto di stress che purtroppo siamo ormai costretti a gestire molto spesso sul posto di lavoro, aumenta il sentimento di “attaccamento” da parte del lavoratore alla propria azienda e favorisce un migliore bilanciamento tra vita lavorativa e vita privata. L’avreste mai detto??

In America, addirittura, è stata istituita nel 1999 la “Take your dog to work-Week”! Una settimana in cui è possibile portare con sé ogni mattina il proprio animale da compagnia. Un’occasione utilizzata per concentrarsi sul lavoro di socializzazione e testare il beneficio effettivo di queste nuove forme di convivenza a vantaggio della produttività.

Si parla addirittura di posti di lavoro che inseriscono tra le clausole di contratto permessi retribuiti in caso di malattia del proprio animale domestico… una vera utopia! Forse questa notizia più che mai è in grado di delineare quanto l’animale da compagnia rappresenti al giorno d’oggi un vero e proprio componente della famiglia con tutto ciò che ne consegue, ovvero un’elevata attenzione per le necessità (non solo di primo ordine) e un’organizzazione differente della concezione di “lifestyle”.

Si tratta però anche di una questione di possibilità, non tutti i lavori permettono questo tipo di interazione con gli animali a stretto contatto e, viceversa, non tutti gli animali sono abituati a questa concezione moderna e, di conseguenza, non sono tutti portati alla convivenza in ambienti comuni professionali.

Dal nostro punto di vista, l’esperienza è assolutamente un pollice in su, anzi… un milione di pollici in su!! Gli animali sono in grado di riempire l’ambiente e ci regalano, durante la giornata, attimi di spensieratezza oltre ad alleggerire l’ambiente stemperando quella patina di stress e iper-produttività che spesso copre come un velo semi-trasparente tutto ciò che ci circonda. Coinvolgerli nella nostra giornata ci permette inoltre di crescere un rapporto sempre più stretto e comunicativo che porta beneficio ad entrambe le parti.

Quanto sarebbe bello se sempre più impieghi dessero questa possibilità ai propri lavoratori?

Voi cosa ne pensate? Qualcuno tra voi ha già la possibilità di lavorare al fianco del proprio amico pelosetto? Ed in caso di possibilità, vi piacerebbe testare questo tipo di esperienza?

Siamo curiosissime di leggervi tra i commenti per scoprire la vostra opinione a riguardo!

 

9 thoughts on “Politiche Pet friendly: il nostro amico a quattro zampe sul posto di lavoro.

  • Serena15 Ottobre 2019 at 12:47

    Bellissimo sarebbe molto bella questa iniziativa
    Purtroppo non ho mai avuti animali a casa Xche essendo via per il lavoro mi dispiaceva lasciargli soli e loro hanno bisogno dei loro spazzi
    Grazie di questo articolo che ci informi
    Buona giornata

    Reply
  • Antonella fabi15 Ottobre 2019 at 13:47

    Io non ho il cane ma mio figlio che abita in campagna ne ha 2 un labrador gran signore e si chiama Poldo e un corso di 70 kg che si chiama Cesare li adoro loro sì che sono i miei bodyguard il cane è l unico che quando arrivi ti fanno le feste per salutarti …..tempo fa uno ce lo hanno rubato Oliver ho avuto un esaurimento nervoso giuro ancora noi lo aspettiamo ….

    Reply
  • Romagnoli Barbara15 Ottobre 2019 at 13:54

    Purtroppo lavoro in pasticceria come dipendente e avendo poco tempo a casa mi è per ovvio motivo impossibile tenere pelosetti da compagnia! Ma li amo infinitamente li ho avuti in passato 🥰 (io sono quella che qualsiasi animale incrocia ,gli parla con la vocina stupida 🤣) penso che loro siano i nostri angeli in terra ciao baci

    Reply
  • Gigliola15 Ottobre 2019 at 16:39

    Io non lavoro ma ho due pelosoni in casa e posso dire che la.mia giornata è splendida sono sempre con me li amo d morire❤❤

    Reply
  • Bruna15 Ottobre 2019 at 16:49

    Una bella riflessione cara Federica, io amo tantissimo gli animali e da circa sette anni condivido la mia vita con una piccola tenerissima chihuahua che si chiama Pixel ma risponde tranquillamente ai vari soprannomi che le ho dato man mano, i più gettonati puppulina e biscottino, fortunatamente possiamo stare sempre insieme, per lei è un dramma ogni volta che mi devo assentare per delle commissioni per cui trovo che l’idea di poterli portare sul posto di lavoro quando possibile sia meraviglioso ma mi viene subito da pensare che viviamo in un paese in cui la maggior parte di aziende non semplifica il lavoro femminile in caso di gravidanza e avere un posto in un asilo nido è praticamente un miraggio direi che abbiamo purtroppo ancora tanta tantissima strada da fare… Complimenti per Miss e Jet sono bellissimi ^_^ Ciao e come sempre Buon lavoro

    Reply
  • Daniela15 Ottobre 2019 at 19:20

    Ciao io lavoro in fabbrica e non lo porterei mai!!!!! Preferisco saperlo libero nel giardino e coccolarlo quando arrivo a casa, è più l’amore che ti da un animale di quello che tu dai a lui!!!😘😘

    Reply
  • Cristina15 Ottobre 2019 at 20:59

    Bhe che dire….io lavoro con i pelosetti 365 giorni all’anno.Mi occupo del mantenimento ed eventuali adozioni dei cani trovatelli di alcuni Comuni vicino a dove abito…. se qualcuno ha bisogno di compagnia nel mio canile ci sono angeli disponibili…..

    Reply
  • Antonella16 Ottobre 2019 at 17:11

    Grazie Federica per il bellissimo argomento trattato, io amo il mio piccolo pelosetto e da quando sono andata in pensione sto con lui 24H e se mi allontano per un qualsiasi motivo mimanca da morire…quando pigotto lui viole salire sul tavolo e sta con me fino a quando non smetto…purtroppo il nostro bellissimo paese riguardo ad agevolare chi lavora
    nella sistemazione di bambini e i nostri amici a quattro zampe, siamo lontanissimi dalle realtà di altri paesi…
    Miss e Jet sono stupendi…
    Buon lavoro

    Reply
  • Luisa iannuzzi18 Ottobre 2019 at 15:45

    Ho una pitbull femmina che porto ovunque con me è dolcissima ed adorabile e sono a favore che i nostri piccoli ci seguano sul posto di lavoro eviteremmo di lasciarli a casa da soli, ovviamente se ben educati

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *